venerdì 19 dicembre 2014

Vite di nonni


Se confronto la mia vita con quella della mia nonna, trovo una differenza abissale questo ci dimostra di quanto sia cambiata la nostra vita a solo 100 anni di distanza.
La mia nonna materna Teresa era nata nel 1874 ed è morta nel 1939 a soli 65 anni. Dico soli in quanto le nonne di oggi a 65 anni sono giovanissime, viaggiano, studiano, lavorano, ecc.ecc.
La mia nonna Teresa aveva avuto 11 figli e nell'intervallo fra le due guerre divenne nonna di parecchi nipoti .
Forse i problemi della vita di allora rendevano queste donne più vecchie della loro età.
C'era molto analfabetismo e la mia nonna ad esempio non sapeva scrivere in quando anche se di buona famiglia, non aveva frequentato nessuna scuola, però strano a dirsi, sapeva leggere. E' giunto fino a noi un suo libro di preghiere scritto a caratteri cubitali e molte preghiere in latino che lei leggeva giornalmente.
La sua giornata la passava in casa accudendo al fuoco della sua cucina che veniva acceso al mattino e fino all'ora di pranzo doveva ardere per cucinare il pasto per la sua famiglia numerosa.

mercoledì 29 ottobre 2014

Il raggiungimento di un traguardo




Questo e il comunicato stampa emesso dall'editore in occasione dell'uscita cartacea del libro di Massimo.

Questo è un buon modo per ricordarci che anche gli obiettivi che ci sembrano irraggiungibili, possono essere alla nostra portata se ci crediamo e se ci impegniamo per raggiungerli, senza dimenticarci però quali siano le cose che più contano nella nostra vita.

"In uscita in formato cartaceo, edito da Bibliotheka Edizioni, il romanzo di Massimo Bruno Antinori

È sempre più difficile, almeno per gli appassionati di quei generi letterari che svicolano dalle secche e dalle strettoie del reale, imbattersi in opere originali, fuori dagli schemi, innovative.
Gaia, la monumentale opera di Massimo Bruno Antinori (circa 500 pagine) è uno di questi lavori.
Classificata come opera di fantascienza, in realtà se ne discosta ampiamente, scartando verso territori altri, quasi mai limitrofi, sempre svicolanti su altre prospettive e altre dimensioni.
Dimensioni che virano verso il fantasy, la mitologia greca, la ricerca archeologica, la religione, le teorie connesse al Big Bang e all’infinitezza dell’universo.
In un vertiginoso susseguirsi di salti temporali e geografici, Antinori riesce a creare un’opera lussureggiante nella quale avventura, mistero, colpi di scena e improvvise rivelazioni si susseguono senza soluzione di continuità.
Al lettore il compito di dipanare l’intricato filo di Arianna della storia e provare a dare alcune risposte ai più affascinanti interrogativi che, da sempre, sono posti al genere umano."


http://www.comunicati-stampa.net/com/gaia-quando-la-fantascienza-supera-ogni-immaginazione.ht
ml

giovedì 5 giugno 2014

Il nuovo blog di Massimo

In questi ultimi giorni, Massimo, il mio braccio destro di Emanualmente ha deciso di creare un proprio blog per dar sfogo al suo animo di "scrittore in erba"
Lungo è stato il tempo prima di decidersi a mettersi all'opera perché si è sempre chiesto il motivo per cui avrebbe dovuto farlo.

Vediamo cosa ha scritto lui in merito a questa domanda:

"Beh, la risposta più semplice sarebbe :"per farsi conoscere e vendere qualche copia in più, ovvio!" ma non è proprio così. Se fossi uno scrittore vero e affermato forse potrebbe funzionare ma nel mio caso non credo proprio anche perché basterebbe la condivisione di facebook per raggiungere gli stessi  scarsi risultati. 
No, non è questo il motivo. Dopo averci riflettuto per tanto tempo, credo che la ragione che mi ha spinto ad aprirlo sia dovuta alla necessità di avere un confronto con le poche persone che hanno avuto il coraggio di leggere i miei lavori.
Un blog è il posto ideale per far questo, il luogo dove ci può essere un aperto scambio di opinioni, consigli e idee.
Detto questo invito tutti quelli che hanno letto Gaia a esprimere le loro opinioni, critiche o suggerimenti per i prossimi lavori in modo che io possa rispondere e farne tesoro per il futuro e invito tutti gli altri che non hanno letto Gaia (e forse mai lo leggeranno) a intervenire sul blog per dire la loro."

Se vorrete andare a trovarlo e magari lasciare un segno del vostro passaggio, andate su http://massimobrunoantinori.blogspot.it/ , ci farebbe molto piacere.

Emanuela


mercoledì 4 giugno 2014

GEL DI SAPONE PER I PIATTI FATTO CON IL SAPONE ALLA CENERE






Vi ricordate il mitico sapone alla cenere ?


Per un ripassino basta andare su questo blog e visionare il post intitolato :” La cenere un prodotto multifunzionale : l’avevano scopertoanche i nostri nonni”.
Vi ricordate che con il sapone alla cenere si può fare un ottimo prodotto per la pulizia dei piatti : pasta-piatti con sapone alla cenere .
Anche in questo caso per un ripasso basta cercare su questo blog il post intitolato :”Lavare i piatti con il sapone alla cenere “.

mercoledì 14 maggio 2014

PARMIGIANO SOSTENIBILE E COMPLETAMENTE VEGETALE

Ho iniziato a auto-produrmi un parmigiano vegetale perché da un anno circa ho deciso di seguire una alimentazione etica.
Utilizzandolo ho scoperto che non solo è buono, anche se diverso dal parmigiano classico, ma è anche più salutare ed infine economico.
E’ facilissimo da fare, l’importante è reperire tutti gli ingredienti, alcuni si trovano nei negozi che vendono prodotti naturali, io gli ho acquistati in un “Natura Si”.


giovedì 8 maggio 2014

Lettera di una figlia a suo padre per 2 libri in regalo

Questa lettera, arrivata per e-mail, l'ha inviata nostra figlia Rebecca per chiedere in regalo 2 libri visto che lei spende tutta la sua mancia dopo pochi giorni averla ricevuta. Ha trovato un modo divertente ( spero che sia stata ironica ) per chiedere questo regalo . Secondo voi, dopo questa lettera, dovremmo accontentarla ? Scrivete i vostri commenti, seguiremo i vostri consigli.
Caro padre,
ti scrivo la seguente lettera su tua richiesta per inviarti l'elenco dei libri che io vog.... desidererei se tu fossi - meno taccagno - tanto cortese da donarmi ...
Prima ti elenco in breve i motivi per cui, a mio modesto parere, dovresti acconsentire alla mia - imposizione - richiesta XD:
1) Sono tua figlia, e nel caso fossi nel dubbio datti un'occhiatina allo specchio e osserva quella sottospecie di proboscide che hai in mezzo alla faccia, e che io - disgraziatamente- fortunatamente ho ereditato.
2) Io amo leggere, tu ami leggere ... mi sembra abbastanza chiaro
3) Sono una figlia molto meritevole di doni, e prova a dire il contrario che non fai in tempo a finire la frase che comincierò a chiedere tutto quello che mi passa per l'anticamera del cervello in modalità bambino di 4 anni o adolescente iper-viziata ... non te lo auguro
4)Sono povera ... cioè lo sei pure tu, ma tu sei un papà e di solito i papà i soldi da qualche parte li fanno sbucare fuori ( sono rimasta nella fase: i genitori raccolgono i soldi dagli alberi)
5) Soffro di astinenza da shopping che, nel caso non lo sapessi, è una malattia, tipo la lebbra ... stermina intere popolazioni... vuoi che mi buttino in una fossa comune privata di due miseri libri,eh papà?
6) Sei mio padre dovrai pur servire a qualcosa
7)Ho uno scaffale vuoto in camera ... mi sembra una specie di buco nero pronto a mangiarmi ...
8) il buco nero mi fa venire gli incubi sui coccodrilli  .... e tu lo sai che ho il terrore dei coccodrilli.
9) Non posso chiederlo alla mamma perché la mamma è cattiva.
10) Sopporto la tua presenza tutti i giorni ... gratuitamente ... avrò pur diritto a un regalo?!
11)Sono la tua unica figlia femmina ...  nei film sembra sempre una figata essere figlie femmine mentre nella realtà non conta un c***o
12) LO VOGLIO LO VOGLIO LO VOGLIO LO VOGLIO LO VOGLIO
13)Potrei morire da un momento all'altro e tu vivresti con il ricordo di non avermi comprato due miseri libri.
14)Sono incinta .... non ok scherzo
15)La mia mano sembra intenzionata a non far arrivare una sola goccia di sangue facendomi sembrare una mezza zombie ... hai idea di come ci si sente?
16) Sono alta .... e questo centra sempre
17)Tu mi ami ... io ti sopporto, tu non potresti vivere senza di me .... io mi sono rassegnata, tu orienti la tua vita su di me ... io ti saluto sempre la sera, tu mi credi la figlia migliore del mondo ... io ti do come passabile per pura bontà d'animo ... visto? Siamo perfetti!
18) Sono libri che potrai leggere anche tu ... anche se decidi di non farlo io non piango di certo.
19) Non avrò nemmeno la macchina ... meriterei 5 libri non 2!!
20)Mi sono sbattuta per scriverti sta roba, tienilo in considerazione.

venerdì 11 aprile 2014

Lavare i piatti con il sapone alla cenere

Vi ricordate il mitico sapone alla cenere ?
E’ stato a maturare in un luogo fresco ed asciutto per circa un mese ed ora è pronto.
Finalmente possiamo fare il nostro detersivo per i piatti ecologico ed auto-prodotto.


Ho sperimentato altri detersivi fai da tè trovati sul web ma non mi avevano soddisfatto appieno (non sgrassavano e bisognava usarne tantissimo). La cenere veniva usata dai nostri nonni per lavare le stoviglie e i panni, quindi perché non provare questo detersivo?
Prendiamo 150 gr di sapone alla cenere e lo grattugiamo grossolanamente (nel mio carrellino degli intrugli si è aggiunta una grattugia).

venerdì 4 aprile 2014

Come fare in casa il latte di soia



Il latte di soia costituisce una valida alternativa al latte vaccino, soprattutto per chi ha fattori di rischio di arteriosclerosi, poiché la soia riduce il colesterolo HDL.

E’ stata riscontrata - in una popolazione che consumava regolarmente latte di soia - una ridotta incidenza di tumore alla prostata, mentre l’effetto protettivo della soia nella prevenzione dei tumori femminili e dell’osteoporosi è ancora controversa.

E’ il latte vegetale meno calorico e il più ricco di proteine.

domenica 30 marzo 2014

Ritorno alla terra. Un documentario da non perdere

Ritorno alla Terra è un documentario girato nel 2012 che mette in evidenza diverse realtà Siciliane, dalle grandi aziende agricole ai piccoli privati ed il loro orto, ma anche alle comunità che via via nascono, i quali, seppur con diversi metodi di coltivazione, sentono il forte bisogno di cambiare il rapporto che l'uomo ha con la terra, volgendo più verso il reciproco rispetto, fra sè e la natura.

Un documentario davvero interessante che consigliamo di vedere.




Fonte:
http://www.neopensiero@gmail.com
http://www.neopensiero.com/

Latte di mandorle: Come auto-produrlo

Ho iniziato a bere esclusivamente latte vegetale per vari motivi :


  • Hanno un minor apporto calorico ( ho qualche chiletto da perdere )
  • Contengono antiossidanti
  • Sono ricchi di sostanze nutritive importanti all’organismo
  • Sono contraria agli allevamenti intensivi e spesso il latte che si acquista proviene da quel tipo di allevamenti
  • Studi recenti ritengono il latte vaccino responsabile della fragilità ossea
  • Il latte vegetale si può auto produrre (anche il latte vaccino ma è necessario acquistare una mucca!)

martedì 25 marzo 2014

La vera storia del nostro fornetto estense



          

Come promesso alcuni cenni storici del mio mitico fornetto estense.

Vi ricordate, avevo promesso che avrei cercato dei cenni storici del mio fornetto, infatti il post terminava con un appello allo zio Pino che l’aveva scovato.

Noi lo sapevamo che il buon zio Pino non ci avrebbe deluso, infatti ecco il suo racconto del ritrovamento del fornetto:

Torniamo al fornetto. Io sono sceso al CAI nel 1954, avevo 15 anni, allora la sezione era sotto la chiesa della nostra parrocchia di S.Paolo ed era stata fondata dal vice parroco nel 1946, Don Carlo Porro, appassionato di montagna. Fu decorato con una medaglia d'oro in occasione del salvataggio di alcuni bambini sepolti sotto la scuola di Gorla a causa dei bombardamenti alleati.

martedì 18 marzo 2014

LA CENERE UN PRODOTTO MULTIFUNZIONALE; L’AVEVANO SCOPERTO ANCHE I NOSTRI NONNI.



Ai tempi delle vostre bisnonne, nel sud dell'Italia - parliamo dei primi anni del 1900 - le case erano prive di acqua come pure dei servizi igienici.

I più poveri andavano alle fontane pubbliche, mentre il ceto medio acquistava l'acqua dall'acquaiolo (in dialetto Brindisino L'acquarulu) che passava per le strade con un tipico recipiente di ferro sulle spalle (la quartara).

Nel Nord Italia e precisamente a Milano, l'acqua era già giunta negli appartamenti, perché mio nonno, che negli anni 20 fece un viaggio per trovare il figlio sposato, il quale abitava nella capitale lombarda, rimase impressionato dell'acqua che scendeva dal rubinetto della cucina e fu visto nottetempo alzarsi quatto quatto a controllare se anche di notte il prezioso liquido sgorgasse dal rubinetto.

mercoledì 12 marzo 2014

FORNETTO ESTENSE un utensile da cucina proveniente dal passato

Un giorno mi è arrivata questa e-mail:


Ecco Il servizio fotografico di zio Pino sul "Fornetto vecchia maniera".

Nonno Bruno nel vederle si è ricordato che la sua mamma, Bisnonna Maria Teresa, faceva il timballo di maccheroni alla romana.

Zio Pino si è ricordato che spiava dal Finestrino e anche nonno Bruno vedeva il timballo gonfiarsi.

Bei Tempi.

Ciao a tutti .


Con questa mail sono venuta a sapere che la mia “caterpillar” suocera è riuscita a trovarmi un fornetto estense.
Mi ha raccontato che una volta veniva usato come un forno quando i forni, come li conosciamo noi, non c'erano. 

domenica 9 marzo 2014

Dopo carnevale, la quaresima !

La quaresima, tempo di rigore e sacrificio per i credenti, può essere anche l'occasione per rinunciare al superfluo e quindi risparmiare anche se non si è praticanti, cosa questa che veniva adottata dai nostri nonni come ci racconta nonna Teresa:

domenica 2 marzo 2014

Marzo: cosa compriamo dal fruttivendolo?

Siamo a Marzo e come è ormai consuetudine, Emanualmente suggerisce di consumare solo frutta e verdura di stagione, possibilmente biologica  a Km a 0.

Acquistare e consumare frutta verdura di stagione significa alimentarsi in modo corretto e soprattutto sano e naturale dandoci quella carica di vitamine necessarie a rendere il nostro sistema immunitario più resistente.

giovedì 27 febbraio 2014

L’acqua un bene prezioso da sempre


L'acqua, oggi, come nel passato, possiamo imparare a non sprecarla inutilmente.
Le case dei nostri nonni erano sprovviste di servizi igienici e soprattutto non avevano l'acqua.
La casa dei miei nonni e bisnonni aveva il privilegio di avere un pozzo sulla piazzetta antistante.
Questo pozzo era l'orgoglio della mia bisnonna, Cosima.
Tutto il vicinato veniva a chiederle l'acqua e siccome il suo motto era "L'ACQUA NON SI NEGA A NESSUNO", lei generosamente l'offriva, ma era ligia che si rispettassero le più elementari regole dell'igiene: il secchio e la corda non doveva essere appoggiati in terra per evitare che  dello sporco entrasse nel pozzo e bisognava chiudere sempre l'imboccatura di quest’ultimo.
Questo avveniva nei primi anni del 1900.

lunedì 17 febbraio 2014

Lisciva di cenere: come prepararla e utilizzarla, ottimizzando i tempi.

Abbiamo già scritto in un altro post (Oggi parliamo della cenere) quanto sia utile la cenere nel terreno dell’orto o giardino per fertilizzarlo ma ci sono altre potenzialità della cenere e cioè la lisciva. 

La lisciva viene utilizzata per le pulizie di casa in modo ecologico, nella sua preparazione non si butta nulla e tutto viene recuperato ma chiunque legga la ricetta della lisciva si scoraggia facilmente, invece è fattibile, tutto sta ad organizzarsi e soprattutto ad avere l’occorrente a disposizione.

giovedì 13 febbraio 2014

Storie di carnevale

Quando eravamo bambini ci si vestiva con abiti fatti in casa dalle nostre mamme nonne e zie. Le mascherine erano sempre le solite. La fantasia e la creatività rendeva i costumi belli ed allegri come quelli che oggi si comperano nei negozi specializzati o nei grande magazzini.

La cosa però che piaceva di più a noi bambini erano i giochi che ci organizzavano.

giovedì 6 febbraio 2014

La decrescita nello sport


www.nordicwalkingpadova.it

Tutti i medici e non, riconoscono l’importanza dello sport sia per la salute fisica che psichica.

L’estate scorsa ho avuto il piacere di approcciarmi al nordic-walking, grazie all'amica Milva a Ponte di Legno, dove ho imparato i rudimenti di questo fantastico sport che si pratica all'aria aperta ed è adattissimo a tutte le età (anche ai non più giovani come me). Costa pochissimo e infine, fatto in compagnia, consente anche di fare delle belle chiacchierate.

domenica 2 febbraio 2014

Febbraio: Frutta e verdura da preferire.

Dopo il piovoso mese di Gennaio è giunto Febbraio e, come al solito, vediamo insieme cosa comprare dal fruttivendolo.
Acquistare e consumare frutta verdura di stagione significa alimentarsi in modo corretto e soprattutto sano e naturale dandoci quella carica di vitamine necessarie a rendere il nostro sistema immunitario più resistente.

mercoledì 29 gennaio 2014

RACCONTATE - RACCONTATE


Fra la bisnonna e il bimbo corre un secolo di vita.


Nonostante la grande differenza di età, fra loro c'è una grande intesa che arricchisce entrambi.

Se bisnonne, nonne, zie e anche i genitori, raccontano una storia di vita vissuta ad un bimbo, vedrà accendersi in lui la voglia di sapere; più la storia è vera e piena di particolari e più resta colpito, la curiosità di sapere altri particolari cresce in lui.

lunedì 27 gennaio 2014

La decrescita del tempo.




 Se qualcuno, quest’anno, mi avesse chiesto cosa desideravo per Natale, sicuramente avrei detto “del tempo”.
La vita frenetica che facciamo ci ha privato di una delle cose più preziose (al primo posto c’è la salute):Il tempo! Tempo per fare ciò che ci piace, tempo per fare una passeggiata, tempo per leggere un buon libro e perché no, tempo per un pisolino sul divano.

martedì 21 gennaio 2014

LA CUCINA NELLE PENTOLE DI TERRACOTTA

















In nostri nonni usavano le pentole di terracotta nelle loro cucine.
Le antiche cucine avevano dei grossi fornelli, tipo stufe economiche, dove veniva bruciata la legna ed era il luogo dove si cuoceva la pasta.

martedì 14 gennaio 2014

Un copri obiettivo un po' particolare...


Ho una macchina fotografica digitale reflex e, per ben due volte, ho perso il coperchietto che protegge l’obbiettivo.
La prima volta l’ho riacquistato spendendo circa 8 euro, la seconda volta mi sono rifiutata di comperarlo e ho pensato di inventarmelo personalizzando così anche la mia macchina fotografica.

venerdì 3 gennaio 2014

Fettucce fai da te

Un modo per riutilizzare magliette, calzoncini, insomma tutto l’abbigliamento di maglina in cotone.

Tutti noi abbiamo tante magliette, calzoncini, leggins e cosi via, rotti o consumati, insomma non aggiustabili, soprattutto se si hanno dei bambini.
Maglietta bucata, ottima da tagliare
Questi capi, di solito vengono trasformati in strofinacci  ma in una famiglia come la mia che siamo in sei, di strofinacci ne abbiamo già una scatola di cartone piena. Sono talmente tanti che non sappiamo più che farcene anche perché spesso dopo l’uso vengono lavati insieme hai tappeti,  ragion per cui, le magliette e tutti gli indumenti ancora in buone condizioni vengono donati o barattati mentre il materiale rovinato o bucato possiamo riutilizzarlo in altro modo.

Vediamo come:

Gennaio- Frutta e verdura di stagione

Eccoci arrivati a Gennaio e come ogni mese prepariamoci a comprare solo il meglio dal fruttivendolo abituale e per "meglio" intendiamo solo i prodotti di stagione.
Acquistare e consumare frutta verdura di stagione significa alimentarsi in modo corretto e soprattutto sano e naturale dandoci quella carica di vitamine necessarie a rendere il nostro sistema immunitario più resistente.

Durante le festività, la parte del leone l'hanno sicuramente fatta la frutta secca e i mandarini o mandaranci e continueranno a farla anche in questo mese ma vediamo, per Gennaio quali sono questi doni che la natura ci offre: