domenica 6 ottobre 2013

Decrescita=risparmio per le nostre tasche

Occupandomi di questi argomenti mi sono resa conto che quando si decide di salvaguardare l'ambiente, come diretta conseguenza, si salvaguardano anche le proprie tasche.

Ecco alcuni consigli semplici-semplici, facilissimi da mettere in pratica che ci fanno risparmiare, la nostra salute e la salute della nostra "Madre Terra".

L'acqua di cottura della pasta, del riso o di altri cereali è ricca di amidi e sali minerali e può essere conservata in diversi recipienti, meglio se di vetro, anche per 10 giorni. Vediamo come usarla:



  1. Può essere usata come brodo do base per preparare le minestre o zuppe (ricordatevi che è già salata e quindi di non aggiungere altro sale)
  2. Può essere impiegata per il lavaggio dei piatti a mano.
  3. Anche l'impasto per pizze o pane può essere fatto usando l'acqua di cottura sempre ricordandosi di non aggiungere altro sale.
  4. In cucina può servire per allungare sughi o minestre.
  5. Per l'ammollo dei legumi che in questo modo assorbiranno anche le sue preziose sostanze nutritive.
  6. Per allungare o cuocere la pappa del vostro cane
Queste idee le abbiamo "rubate" da sito http://www.eticamente.net

Io, personalmente la utilizzo per lavare i piatti.
Metto lo scolapasta su un catino pulito che utilizzo solo per questo scopo, mentre pranzo o ceno, incomincio a mettere le stoviglie sporche nell'acqua bella calda così sara più facile lavarle alla fine.



Al termine del pasto aggiungo pochissimo detersivo (possibilmente ecologico) e lavo il tutto.

Questo sistema può essere ottimo per pre-lavare i piatti sporchi prima di metterli in lavastoviglie. Io per scelta lavo tutto a mano.

Una parte di quest'acqua di cottura la uso per cuocere la carne al mio Spock o per allungare la sua pappa

Con l'acqua di cottura usata nella pentola a pressione per cuocere patate, carote, fagiolini, zucca gialla o quello che volete voi, io preparo le minestre o allungo i sughi.

Una ricetta veloce-veloce

L'acqua di cottura usata per la cottura di una verdura con la pentola a pressione, la rimetto sul fuoco con l'aggiunta di una o due patate a tocchetti non troppo grossi. Ad ebollizione, aggiungo la pasta possibilmente integrale (no sale). Se il brodo di cotture dovesse essere scarso,si può aggiungere un po' d'acqua, tenete conto che a fine cottura la pasta dovrà essere un po' brodosa ma non troppo (non va scolata) e le patate si dovranno infilzare con la forchetta agevolmente.
Impiattare aggiungendo una riga d'olio extravergine e, a piacere, del formaggio grana.
Piatto povero ma saporito e soprattutto sano.





Brodo ottenuto dalla cottura della zucca gialla con la pentola a pressione





Prodotto finito








Io utilizzo la cottura passiva della pasta .... (continua)


Nessun commento:

Posta un commento