sabato 28 settembre 2013

Il Limone - un vero medicamento naturale

Il Limone


Lo usiamo quasi tutti i giorni ma cosa sappiamo veramente di questo frutto ?A Pompei abbiamo la prima descrizione del limone in alcuni dipinti pompeiani. Siamo in epoca Romana quindi questo popolo conosceva anche questo frutto insieme al cedro, noto tra i Romani come "pomo di Persia" e l'arancio amaro. Ancora prima, in india due secoli prima, appare negli scritti arabi del XII secolo. Le origini del nome derivano dal persiano(līmū). In Europa la prima coltivazione è in Sicilia. Gli antichi Egizi usavano il suo succo per curare le dermatiti e si potrebbe continuare. 


Abbiamo imparato curando questo blog che quando gli antichi usavano Una pianta, un fiore o un frutto per curarsi come fosse una vera e propria medicina allora vuol dire che probabilmente avevano ragione loro e che ancora oggi varrebbe la pena di sfruttare le proprietà di questi vegetali miracolosi. Bene il limone è proprio uno di questi.

Ma cosa contiene il limone?

Ecco una tabella riassuntiva degli elementi che lo compongono.

100 g di polpa di limone
contengono:
35-56
151-235
84-90 g
0,6 g
149 mg
11 mg
28 mg
51 m


Ma in che modo fa bene in Limone?

Basterebbe l’affermazione del Professor Veronesi per rispondere a questa domanda.

«Nei limoni ci sono molecole con notevoli proprietà antiossidanti, capaci di contrastare l'azione dei radicali liberi, che possono alterare la struttura delle membrane cellulari e del materiale genetico (Dna) e quindi aprire la strada ai processi di formazione della neoplasia. Sono i flavonoidi, presenti ad alte concentrazioni, e i limonoidi (che si ritrovano soprattutto nella buccia e che contribuiscono a fornire il tipico sapore agro)»

Ma quanto succo bisognerebbe bere hanno chiesto a Veronesi ? «L'ideale è una spremuta di un limone al giorno e una spruzzata di limone sull'insalata è un gesto che bisognerebbe ricordarsi di fare più spesso».

Ma come ci fa bene il limone ?

Il limone (assieme al pomodoro) è il vegetale con il più alto contenuto di acido citrico, una sostanza essenziale per il ricambio energetico delle cellule. Contiene inoltre citrati di sodio e di potassio, che hanno un notevole potere depurativo. Ma non è il singolo elemento a determinare l’efficacia del limone ma è l’insieme armonico di tutti gli elementi che lo costituiscono a fare la differenza

Ostacola l’insorgere dell’osteoporosi
Riequilibra il Ph del corpo

Previene raffreddore e influenze

ai primi sintomi, quando la gola inizia a pizzicare, si consiglia di mangiare un limone intero, buccia e semi compresi (di produzione biologica); in caso di mal di gola, si consiglia di fare gargarismi con il succo di limone. Se il naso è otturato, instillate alcune gocce di succo di limone direttamente nel naso

Depura il fegato

Elimina gli acidi urici

Favorisce l’attività intestinale

Dissolve i calcoli biliari, renali e i depositi di calcio che si accumulano nei reni

Previene la calcolosi urinaria

Contrasta i radicali liberi

Previene l’invecchiamento cellulare dell’organismo

Abbassa il colesterolo


grazie all’azione fluidificante dei citrati di sodio e di potassio, il sangue circola più liberamente nelle arterie e passa facilmente attraverso le pareti dei capillari, apportando alle cellule una maggiore quantità di sostanze nutritive. Se bevuto abitualmente e in quantità significative, il succo di limone aumenta i livelli di colesterolo HDL, il cosiddetto ‘colesterolo buono’ e abbassa il livello di colesterolo LDL, ‘quello cattivo. Riduce inoltre i livelli di omocisteina messa in relazione con alti rischi d’infarto.

Favorisce la digestione

il limone si è dimostrato utile a chi ha tendenza a formare calcoli alla cistifellea. Uno dei sintomi più frequenti è la difficoltà a digerire i grassi, dovuta alla presenza di piccoli calcoli. A digiuno o lontano dai pasti, bevete il succo di almeno tre limoni nell’arco della giornata.

Ha proprietà antibatteriche

Elimina i parassiti intestinali

Rafforza i vasi sanguigni

Regola la pressione del sangue

Ha proprietà anticancro


Di quello che detto il Professor Veronesi abbiamo già parlato.

Combatte reumatismi, artrite e gotta:

il limone contiene oligoelementi che sciolgono i cristalli di acido urico. L’acido citrico, inoltre, ha un effetto depurativo.

Cura le affezioni della pelle
per le sue proprietà antivirali e antisettiche, il succo di limone favorisce la guarigione in caso di verruche, foruncoli, vescicole, afte, pustole, ferite e piaghe. Si consiglia di mettere sulla zona interessata qualche goccia di limone, due o tre volte il giorno.

Disinfetta

in caso di punture d’insetti (zanzare, pulci o altro) strofinate sulla zona interessata una fettina di limone.


Nessun commento:

Posta un commento