mercoledì 14 agosto 2013

SCIROPPO DI FICHI CONTRO LA TOSSE


FARMACIA DEI NOSTRI NONNI

In questo periodo dell’anno,che si avvicina la maturazione dei fichi,per chi come me ha un albero con frutti abbondanti,una ricetta per fare uno sciroppo di fichi.



Occorrente

  • 1 mela
  • 15 fichi
  • 250 g di miele di timo 
  • 1 l d’acqua.

Tagliare la mela in otto fette e fatela bollire per 10 minuti con i fichi tagliati a metà,l’acqua e il miele.

Togliete dal fuoco e lasciate raffreddare.

Filtrate e conservate lo sciroppo in una bottiglia.



Somministrare quattro volte al giorno: assumere due cucchiaini di sciroppo sciolti in un po’ di acqua calda.

Il fico ha molteplici proprietà,oltre ad essere emolliente per cui di grande aiuto per liberare polmoni dal catarro,ha proprietà lassative per la presenza di numerose fibre. Contiene una discreta quantità di vitamina A, ferro, calcio e potassio e sostanze utili per rinforzare denti ,ossa e per mantenere in salute pelle e vista.

Infine ha qualità antinfiammatorie e viene usato come impacco per ascessi e acne.

Non dimentichiamoci del valore nutrizionale, essendo ricco di zucchero fornisce immediatamente energia utile per gli sportivi o per lavori che richiedono sforzo fisico ma attenzione abusarne può far aumentare il peso corporeo.
I fichi contengono: 
  • pro-vitamina A
  • vitamina B6
  • calcio
  • ferro
  • potassio
  • fosforo
  • sodio.



La farmacia dei nostri nonni naturalmente non vuole sostituirsi al medico ma integrare le terapie tradizionali. In caso di dubbio interpellate il vostro medico di fiducia.

2 commenti:

  1. E vero. Sono una naturopata erborista fitoterapeuta confermo la validità di questo fantastico frutto. Bisognerebbe effettivamente mangiare ogni stagione quello che ci offre "madre natura" e non surgelati e di coltivazione in serra. Ciaoooo!!

    RispondiElimina
  2. Grazie per il tuo commento e della tua conferma. Fa sempre piacere avere il sostegno di un esperto. Spero che continuerai a seguirci e se vorrai, potrai mandarci qualche "rimedio dei nonni" che saremo lieti di pubblicare a tuo nome.
    Ciao, a presto
    Emanuela

    RispondiElimina